PAGINA d’APERTURA
      

        Pubblicazioni

1 Governo Unitario Perenne

2 La Vera Democrazia

3 Giustizia Equa

4 Religioni e Unità

5 Scuola e Riforma

6 Codice Stradale

7 Calendario Solare invariabile

8 Sanità e Etica

9 Direzione di Enti e Società

10 Riflessioni varie

11 Poesie - Strofette

12 Vero e Puro Amore

13 Proposte attuative Democrazia

14 Pubblicità propria

         Autore: Bruno Giuseppe Fioravanti        E-mail > fioravantibg@tiscali.it

Scarica il Libretto Stampabile - Scarica La Copertina Stampabile



Si suggerisce di visionare direttamente su scarica-stampa libretto/copertina,

così vede subito com’è realmente, poi, se vuole, può copiare o no –

 

 

 

 

 

             

 

 

CALENDARIO  SOLARE

 

INVARIABILE

 

 

 

(vantaggiosissimo - semplice - funzionale)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ovale: \  ©
 


Autore

Bruno Giuseppe Fioravanti

 

 

 

Riflessioni  e  nota  personale 

 

-Tutti ci lamentiamo per i mali causati dall’egoismo umano, e tutti abbiamo due potentissimi mezzi per combatterli e ridurli al minimo; “il compiere i nostri doveri secondo le regole dell’onestà, del rispetto, della verità e della giustizia, e il contrastare i malfattori come meglio possiamo”, ma quasi tutti pretendiamo che siano gli altri a farlo mentre noi facciamo sempre ciò che più ci conviene o ci soddisfa – e allora !? -

 

-Come alla fine di ogni viaggio si lascia tutto e ci restano solo i ricordi piacevoli e/o spiacevoli la cui memoria ci darà gioia o dispiacere, così al termine della vita lasceremo tutto e porteremo con noi solo i ricordi di ciò che abbiamo fatto o non fatto di positivo e negativo in parole, opere e omissioni, e saremo giudicati secondo le nostre inclinazioni, doti e insegnamenti ricevuti, quindi ci sarà attribuito un premio, una punizione o una condanna a secondo i meriti e demeriti accumulati. Considerando, pertanto, che in quel luogo non vi possono essere assolutamente i nostri trucchi (prescrizioni, sanatorie, condoni e similari) ci conviene sicuramente agire con rispetto e amore, e come prescritto da religione, leggi e buone usanze.

 

Che ci attende, poi, un’altra vita dopo la morte si deduce anche dal semplice ragionamento logico, in quanto, se così non fosse, la vita dell’uomo non avrebbe senso e se essa non avesse dovuto avere alcun senso ci sarebbero state attribuite solo doti simili a quelle degli animali, né avremmo avuto alcun profeta e fatto o evento misterioso.

 

Qualche volta ricordati di queste cose, specie quando ti senti abbattuto e sfiduciato o troppo sicuro di te.

 

 

 

 

(L’autore, prima di andare in pensione, ha lavorato per 47 anni - 41 riconosciuti e pagati 40 -  47 anni con lavori alterni, di cui 35 nello Stato in luoghi e ambienti diversi, ma ovunque facendo costantemente in pieno il proprio dovere e sempre nell’interesse dell’utente e del datore di lavoro, pensando che da questi era pagato per quello, onorandosi di ciò e biasimando apertamente il comportamento opposto - Inoltre ha sempre cercato e cerca di rendersi utile anche agli altri come crede e può).

 


 

 

Pubblicazioni  dello  stesso  autore

 

Titolo e nòcciolo del contenuto

 

1)      Governo Neutro Perenne Sempre Nuovo > Vera Democrazia - (può nascere solo da: -Sezioni comunali sempre attive -Elezioni circoscritte a Sezioni e Consigli -Liste con tutti gli aventi diritto -Elezioni a eliminatoria in tre turni - Voto Pro e/o Contro -Rinnovo annuale di un terzo di Deputati -Fuori dai Partiti e da ideologie);

2)      Scopriamo-Impariamo La Vera Democrazia - (formula di vera democrazia neutrale ed equa);

3)      Giustizia -Legge -Magistrati - (ipotesi innovative: attivazione d’ufficio, gratuità, rapidità, corresponsabilità);

4)      Religioni Unità e Governo Civile - (insegnamento pratico dell’amministrazione della cosa pubblica e dell’educazione morale e civile);

5)      Scuola e Riforma - Attestati Integrali - (titoli di studio completi di tutte le materie con voti specifici e cumulativi differenziati -mai più esami -mai più concorsi);

6)      Il Maxi Errore nel Codice Stradale - (l’attuale codice è costituito con le due norme fondamentali in contrasto tra loro e ciò determina intasamenti e favorisce incidenti - molti segnali sono incoerenti);

7)      Calendario Solare Invariabile - (i giorni dell’anno, del mese e della settimana coincidono sempre, perciò calendari e agende potranno essere perenni);

8)      Sanità e Etica - (diritti del paziente e affini);

9)      Sistema Operativo per Enti e Società - (il solo sistema direzionale gestionale che può garantire dignità, giustizia e serenità negli ambienti di lavoro e sociali);

10)   Riflessioni varie - (brevi riflessioni di un anziano in pensione);

11)   Poesie, Strofette e Preghiere;

12)   Il Vero e Puro Amore - (breve storiella sceneggiata).

 

Puoi trovare il tutto nel sito web www.uomonuovo.eu

 

 


 




 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 


M a s s i m a

 

   La serenità e la gioia possiamo trovarle solo dentro noi stessi, ma dobbiamo cercarle nella semplicità e nell’amore verso tutti e tutto, e nella giustizia; e pur tendendo a migliorarci e al raggiungimento delle nostre aspirazioni, dobbiamo saperci contentare di tutto: di come siamo, di quel che abbiamo e di quel che facciamo, altrimenti saremo sempre insoddisfatti, anche se giovani, belli, famosi, con soldi e salute.

 

 

 

 

 

 

 

 

Scarica il Libretto Stampabile - Scarica La Copertina Stampabile



Si suggerisce di visionare direttamente su scarica-stampa libretto/copertina,

così vede subito com’è realmente, poi, se vuole, può copiare o no –

 

 

O P U S C O L O    C I R C O L A R E

 

S o n o   p e r   t u t t i   a n c h e   p e r   t e

 

Se vuoi puoi prendermi, leggermi e copiarmi; sei pregato/a solo di trattarmi con cura e di non seppellirmi in uno scaffale o peggio, ma di passarmi poi, al più presto, a persona che ritieni interessata alla cosa (idealisti, cercatori di verità, di giustizia e di logica – ti saranno grati), o di lasciarmi in luogo idoneo e appropriato (sul tavolo di qualche importante sala d’aspetto), affinché anche altri abbiano la stessa occasione.                      Grazie -

 

 

 

CALENDARIO  SOLARE

 

INVARIABILE

 

 

 

 

 

 

(vantaggiosissimo - semplice - funzionale)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ovale: diritti: rispetto 
giustizia solidarietà
uomonuovo

doveri: onestà 
impegno coerenza
 

 

 

 

 

 

 

 

 


Autore

Bruno Giuseppe Fioravanti

 

D e d i c a

 

A tutti coloro che si sono adoprati ovunque e comunque con impegno e sacrifici nel risolvere idealisticamente dei problemi comuni con l’intento di migliorare la conoscenza e le condizioni di vita umana, ma in particolare a quelli che per tali scopi, anziché esserne gratificati, hanno dovuto sopportare incomprensioni, angherie e persecuzioni; a tutti loro perenne riconoscenza e onori.

 

 

P r e m e s s a

 

Fin da bambino, intorno ai sei anni, quanto mi resi conto che il giorno del mio compleanno non coincideva col giorno della settimana in cui ero nato, rimasi fortemente interdetto; quando poi scoprii pure che i mesi dell’anno non erano composti dallo stesso numero di giorni rimasi sconcertato, infastidito e disorientato, perché ritenevo la cosa complicata e illogica, anziché logica, come avrebbero dovuto essere tutte le cose, e perciò, pensai subito che il Calendario avrebbe dovuto essere riformato in modo da far coincidere sempre i giorni della settimana dei mesi e dell’anno, però non riuscivo a concepire come.

 

Successivamente, frequentando la scuola media appresi delle varianti, “eccezioni, neutro, e periodico”, per poter più precisamente esprimerci ed operare, al che pensai subito che con tali possibilità il calendario che ritenevo logico e funzionale forse si sarebbe potuto realizzare.

 

Più tardi infatti, ho sviluppato l’idea e ho architettato e realizzato due tipi di calendari invariabili e perenni, come qui illustrato.

 

 

Pace  e  bene –

 

 

 

  (Regola della gioia - Semina e opera sempre il bene, con amore e giustizia, e, pur senza vederne i frutti, sarai contento d’averlo fatto).

 


CALENDARIO  SOLARE  INVARIABILE

 

Ho pensato sempre che il nostro Calendario Gregoriano sia imperfetto perché poco lineare e funzionale, in quanto il tempo tra settimane, mesi e anni, è ripartito e strutturato in modo non costante, infatti alla stessa data (giorno, mese e anno) non corrisponde quasi mai lo stesso giorno della settimana, e quando ciò si verifica è solo per caso e non per calcolo umano relativo alla funzionalità.

 

Ora considerando che l’odierna complessità dell’organizzazione sociale ed economica dei paesi avanzati richiederebbe invece un calendario il più uniforme e costante possibile, così da poter programmare la vita sociale, relativamente al tempo, in modo stabile, con la massima rapidità, semplicità e col maggiore anticipo possibile, e visto che ciò sarebbe realizzabile solo tramite un calendario perpetuo invariabile; a tale scopo, ho ideato e realizzato due ipotesi di calendario perpetuo fisso, in cui i giorni della settimana in rapporto alla stessa data (giorno, mese e anno), corrispondono sempre; naturalmente per ottenere ciò è stato indispensabile ricorrere a delle eccezioni per via dell’avanzo e dell’anno bisestile, eccezioni che però non pregiudicano il risultato, ma anzi lo esaltano.

 

Detti calendari sono illustrati e presentati con delle considerazioni e suggerimenti, come di seguito esposto.

 

Con tali calendari, corrispondendo perennemente i giorni della settimana alle date mensili e annuali, è possibile quindi stabilire e fissare, una volta per sempre, l’agenda programmatica di qualsiasi ciclo di eventi ordinari e periodici, come ad esempio il calendario scolastico.

 

Nella prima ipotesi, l’anno è stato diviso in tredici mesi anziché in dodici. Il tredicesimo mese è stato chiamato “nuovo-mese” e posto in ultimo. Ogni mese è costituito da quattro settimane esatte e perciò di vent’otto giorni. I mesi e gli anni iniziano tutti e sempre con il Lunedì, e terminano con la Domenica.

 

La ripartizione o divisione del tempo così impostata presenta l’avanzo di un giorno ogni anno e di due giorni nell’anno bisestile.

 

Come anzidetto, per ottenere la stabilità, il giorno che avanza e quello bisestile sono stati considerati eccezioni sia come data che come nome; come data, per non farla avanzare, è stata ripetuta e attribuita quella del giorno precedente più una x, e come nome settimanale, per semplificare, è stato attribuito quello di Sacro. Tali giorni sono stati posti tra le date 3 e 4 dei mesi perché ivi potevano essere datati con soli due segni e sono stati datati, infatti, con 3x; è stata scelta la lettera x perché essa è semplice e inconfondibile.

 

I giorni Sacri, in fine, per evitare i disagi che comportano le due festività consecutive, sono stati posti tra il Mercoledì e il Giovedì e situati rispettivamente all’inizio di aprile il giorno eccedente normale e all’inizio di ottobre quello bisestile, e situati vicino agli Equinozi, perché questi sono i periodi dell’anno più uniformi in tutto il globo.

 

Nella seconda ipotesi, invece la settimana è stata ridotta a sei giorni, eliminando il Mercoledì ed è stata chiamata “Sestina. Ciascun mese è composto di cinque Sestine, perciò di trenta giorni e l’anno rimane di dodici mesi; ed anche qui i mesi e gli anni iniziano tutti e sempre con il Lunedì e terminano con la Domenica.

 

Il tempo, così impostato, presenta però un avanzo annuale di cinque giorni e di sei giorni nell’anno bisestile. Questi giorni sono stati considerati similmente al primo caso tutte eccezioni, datati con 2x, chiamati Sacro e posti tra il Martedì e il Giovedì della 1^ Sestina dei mesi di marzo, aprile, maggio, settembre e ottobre, i 5 giorni comuni e nel mese di novembre, quello bisestile.

 

Questa seconda soluzione, prevedendo quattro eccezioni fisse più della prima, sembrerebbe più macchinosa, invece in sostanza è più funzionale della prima in quanto consente la divisibilità del tempo; infatti la sestina è divisibile per due e per tre e l’anno di dodici mesi è divisibile per due, tre, quattro e sei, mentre la settimana e l’anno di tredici mesi sono indivisibili.

 

Per l’anno lavorativo, poi, andrebbero normalmente considerati anche i giorni di riposo infrasettimanali e infrasestine, per cui quello diviso in Settimane avrebbe 260 giorni lavorativi (365 meno 52 Domeniche, 52 infrasettimanali e 1 o 2 giorni Sacri) e quello diviso in Sestine ne avrebbe 240 (365 meno 60 Domeniche, 60 giorni intrasestine e 5 o 6 giorni Sacri); questa seconda ipotesi, quindi, 8 Domeniche, 8 giorni intrasestine e 4 giorni Sacri in più della 1^. Per cui, la seconda ipotesi, prevedendo 20 giorni lavorativi in meno rispetto alla prima (240 anziché 260), lascerebbe alla persona più tempo da dedicare alla cura del corpo e dello spirito; tempo che se ben utilizzato (non come oggi) potrebbe dare anche molti vantaggi.

 

Questa seconda ipotesi presenta anche il vantaggio che dovendosi fare delle cose ogni 2 o 3 giorni, esse, salvo nelle eccezioni dei giorni Sacri, vanno a coincidere sempre con gli stessi giorni settimanali.

 

Inoltre, con riguardo al problema dell’occupazione, si osserva che nella prima ipotesi l’abolizione delle festività infrasettimanali, con il conseguente aumento dei giorni lavorativi, potrebbe determinare una piccola riduzione dei posti di lavoro; mentre nella seconda ipotesi, essendo le festività sostituite ed anzi aumentate dalle domeniche e dai giorni Sacri, si potrebbe verificare anche un lieve incremento dei posti di lavoro.

Tra l’altro, ogni lavoratore dovrebbe essere impegnato, a turno, 5 giorni su 7 o 4 su 6 in modo da assicurare, per 6 giorni su 7, o per 5 su 6, il regolare funzionamento di tutte le attività di pubblico interesse, e nelle domeniche e nei giorni Sacri dovrebbero funzionare adeguatamente soltanto i servizi essenziali.

 

In sintesi, la differenza sostanziale tra le due ipotesi consiste nel fatto che, nella seconda ipotesi, ci sono otto domeniche e quattro giorni Sacri in più della prima, ma per tutto il resto le modalità con cui si prevede di organizzare o di strutturare il tempo e l’anno sono le stesse.

 

(Il Dio dei Cristiani e quelli di altre religioni non si dispiacerebbero certo se l’uomo dedicasse allo Spirito 8 o 12 giorni in più ogni anno).

 


s c h e m a    c a l e n d a r i o    p e r p e t u o   -  1^ ipotesi

 

L’anno è stato diviso in tredici mesi, anziché dodici, tutti composti da quattro settimane e apparentemente uguali, ma con una o due eccezioni distinte da Sacro 3x; una annuale fissa, determinata dal giorno che avanza, è posta nel mese di aprile e l’altra periodica, ogni quattro anni, costituita dal giorno bisestile (a partire dall’anno zero), è posta nel mese di ottobre.

 

       mese  n° > 1        2         3         4          5           6          7          8        9    10     11     12      13 

       mesi >  Genn. Febb. Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Sett. Ott. Nov. Dic. Nuov.

giorni    data >

 

Lunedì            1     1        1         1       1             1        1       1        1       1       1                   1      1  

Martedì           2     2        2         2       2             2        2       2        2       2       2                   2      2  

Mercoledì       3     3        3         3       3             3        3       3        3       3       3                   3      3  

Sacro  -  (3x)                             3x                                                         3x (bisesto)

Giovedì           4     4        4         4       4             4        4       4        4       4       4                   4      4 

Venerdì           5     5        5         5       5             5        5       5        5       5       5                   5      5 

Sabato             6     6        6         6       6             6        6       6        6       6       6                   6      6 

Domenica       7     7        7         7       7             7        7       7        7       7       7        7      7  

 

Lunedì            8     8        8         8       8             8        8       8        8       8       8                    8      8  

Martedì           9     9        9         9       9             9        9       9        9       9       9                    9      9  

Mercoledì      10  10     10       10       10            10      10    10       10     10     10      10    10 

Giovedì          11  11     11       11       11            11      11    11       11     11     11                  11    11

Venerdì          12  12     12       12       12            12      12    12       12     12     12                  12    12

Sabato            13  13     13       13       13            13      13    13       13     13     13                  13    13

Domenica      14  14     14       14       14            14      14    14       14     14     14                  14    14

 

Lunedì            15 15     15       15       15            15      15    15       15     15     15                  15    15

Martedì           16 16     16       16       16            16      16    16       16     16     16                  16    16

Mercoledì       17 17     17       17       17            17      17    17       17     17     17                  17    17

Giovedì          18  18     18       18       18            18      18    18       18     18     18                  18    18

Venerdì          19  19     19       19       19            19      19    19       19     19     19                  19    19

Sabato            20  20     20       20       20            20      20    20       20     20     20                  20    20

Domenica       21 21     21       21       21            21      21    21       21     21     21                  21    21

 

Lunedì            22 22     22       22       22            22      22    22       22     22     22                  22    22

Martedì           23 23     23       23       23            23      23    23       23     23     23                  23    23

Mercoledì        24                24     24       24       24            34      24    24       24     24     24                  24    23

Giovedì           25 25     25       25       25            25      25    25       25     25     25                  25    25

Venerdì           26 26     26       26       26            26      26    26       26     26     26                  26    26

Sabato             27 27     27       27       27            27      27    27       27     27     27                  27    27

Domenica       28 28     28       28       28            28      28    28       28     28     28                  28    28

 

 

 


s c h e m a    c a l e n d a r i o    p e r p e t u o   -  2^ ipotesi

 

La settimana è stata ridotta a sei giorni e chiamata “Sestina”; è stato eliminato il mercoledì e l’anno rimane di dodici mesi, tutti composti di cinque sestine e apparentemente uguali, ma con cinque o sei eccezioni tutte distinte da Sacro 2x; cinque annuali fisse, determinate dai giorni che avanzano e poste nei mesi di marzo, aprile, maggio, settembre e ottobre, e una periodica, ogni quattro anni, costituita dal giorno bisestile che è posta in novembre.

 

        mese  n° >    1       2         3         4          5            6           7          8        9     10     11     12 

           mesi >  Genn. Febb. Marzo Aprile Maggio Giugno  Luglio Agosto Sett.  Ott. Nov.   Dic.

giorni     data >

 

Lunedì                 1        1    1         1         1          1           1         1    1      1       1       1  

Martedì                2        2   2         2         2          2           2         2    2      2       2       2  

Sacro - (2x)                         2x       2x       2x                                     2x    2x     2x (bisesto)

Giovedì                3        3    3         3         3          3           3         3    3      3       3       3  

Venerdì                4        4    4         4         4          4           4         4    4      4       4       4  

Sabato                  5        5   5         5         5          5           5         5    5      5       5       5   

Domenica            6        6    6         6         6          6           6         6    6      6       6       6   

 

Lunedì                 7        7    7         7         7          7           7         7    7      7       7       7   

Martedì                8        8   8         8         8          8           8         8    8      8       8       8   

Giovedì                9        9    9         9         9          9           9         9    9      9       9       9   

Venerdì               10     10    10       10       10        10         10       10 10    10     10     10  

Sabato                 11     11   11       11       11        11        11        11 11    11     11     11  

Domenica           12     12    12       12       12        11        12        12 12    12     12     12  

 

Lunedì                13     13    13       13       13        13        13        13       13    13     13     13  

Martedì               14     14   14       14         14     14        14        14       14    14     14     14  

Giovedì               15     15    15       15       15        15        15        15       15    15     15     15  

Venerdì               16     16    16       16       16        16        16        16   16    16     16     16  

Sabato                 17     17   17       17       17        17        17        17   17    17     17     17  

Domenica           18     18    18       18       18        18        18        18   18    18     18     18  

 

Lunedì                19      19   19       19        19      19        19        19   19    19     19     19  

Martedì               20      20  20       20        20      20        20        20   20    20     20     20  

Giovedì               21      21   21       21        21      21        21        21   21    21     21     21 

Venerdì               22      22   22       22        22      22        22        22   22    22     22     22  

Sabato                 23      23  23       23        23      23        23        23   23    23     23     23  

Domenica           24      24   24       24        24      24        24        24   24    24     24     24  

 

Lunedì                25      25   25       25        25      25        25        25   25    25     25     25  

Martedì               26      26  26       26        26      26        26        26   26    26     26     26  

Giovedì               27      27   27       27        27      27        27        27   27    27     27     27  

Venerdì               28      28   28       28        28      28        28        28   28    28     28     28  

Sabato                 29      29  29       29        29      29        29        29   29    29     29     29  

Domenica           30      30   30       30        30      30        30        30   30    30     30     30  

 


Note  varie

 

L’inizio dell’anno potrebbe essere fatto coincidere con una posizione astronomica più significativa e importante di quella attuale, come il solstizio invernale (l’attuale 22 dicembre); in questo modo però, l’ultimo anno dell’attuale sistema verrebbe ad avere dieci giorni in meno.

 

I giorni Sacri sono considerati festivi e dovrebbero essere dedicati totalmente al riposo, alla cultura spirituale e trascorsi in semidigiuno.

 

Per un buon funzionamento generale, delle cose, tutte le vecchie festività, gli anniversari e le commemorazioni civili e religiose infrasettimanali e quelle ricorrenti nei giorni soppressi dovrebbero essere commemorate nelle domeniche più prossime o più confacenti.

 

I calendari religiosi, dal canto loro, qualora fosse adottato uno di questi calendari, dovrebbero essere allineati perfettamente ad esso, commemorando tutte le ricorrenze nelle domeniche; la ricorrenza del Natale dovrebbe essere celebrata nell’ultima domenica del nuovo-mese o di dicembre (o di ottobre, come sembrerebbe storicamente?), e quella della Pasqua nell’ultima domenica di aprile.

 

Le domeniche dovrebbero essere occasione di celebrazioni civili e religiose ed attività educative, culturali e ricreative, fisiche e spirituali, personali e sociali dirette anche a migliorare i rapporti all’interno della collettività, smettendo di dedicarle all’inconsulto consumismo perseguito con turismo e spettacoli agonistici diseducanti.

 

Tutte le attività sportive-agonistiche, in cui avviene il contatto fisico tra concorrenti, tendono a ravvivare spirito di sopraffazione, antagonismo, violenza (vedi il calcio), e molti intrattenimenti sedentari atrofizzano muscoli e cervello, risvegliando anche istinti deplorevoli.

 

Si è giunti, perfino, a sacrificare, sia pure indirettamente, sugli altari del presunto e falso divertimento di massa la vita e la felicità di tante persone e famiglie; vedi i morti e gli invalidi di fine settimana che avvengono per motivazioni di turismo, sport e divertimenti vari.

 

Detti passatempi, inoltre, polarizzando le masse popolari in impegni negativi, le distolgono da attività sociali e personali utili e benefiche.

 

In tema di festività e tempo libero poi, le istituzioni civili e religiose dovrebbero programmare dei calendari di cultura e commemorazioni, affini e complementari, perpetui anche loro, tesi a sviluppare un tema al mese, tema diviso in quattro o cinque parti, da sviluppare una per settimana o sestina, poi nell’ultima domenica del mese organizzare una festa unitaria a livello comunale o di quartiere con relativa mostra e cerimonia di chiusura e con attribuzione di riconoscimenti vari.

 

Tra l’altro, per molti aspetti, sarebbe anche opportuno istituire la commemorazione di coloro (noti e ignoti), che con coraggio e abnegazione si sono battuti in qualsiasi maniera a difesa della giustizia, della dignità e dei diritti umani.

 

Le autorità civili e religiose dovrebbero impostare tali calendari ed adottarli al più presto, così da coinvolgere ed orientare il popolo, specie i giovani, verso attività e interessi dai valori positivi, risollevandolo dallo stato negativo in cui si è lasciato cadere, come anzidetto.

 

Lo Stato, onde favorire e incentivare la soluzione di tale problema, dovrebbe istituire e attivare una rete capillare di Centri Sociali, in ogni Sezione comunale (queste da istituire), sempre funzionanti con tutte le iniziative culturali, formative e ricreative, serie e utili, impegnandovi tutto il popolo, così oltre a risolvere positivamente il problema del tempo libero, nelle e con le Sezioni si potrebbe, finalmente, porre anche le fondamenta per un governo veramente neutro e democratico. (vedere opuscoli “politica” e “religioni” dello stesso autore).

 

Le istituzioni religiose, in particolare le parrocchie, dovrebbero aprirsi attivando diverse iniziative, onde interessare ampi strati e categorie di popolazione in modo da promuovere un nuovo sviluppo culturale e spirituale sociale.

 

(Solo la maturazione di una profonda conoscenza del sé può portare al rispetto, alla solidarietà, alla giustizia e alla vera pace sociale).

 

E’ ovvio però che per far crescere un popolo in tal senso, si dovranno prima risolvere i problemi relativi alle sue necessità fondamentali, affinché tutti possano vivere in modo sufficientemente dignitoso e sereno.

A tale scopo si ravvisa anche la necessità di promuovere e incentivare la costruzione di abitazioni a misura d’uomo, sì da favorire una migliore qualità di vita, infatti l’unità abitativa più ricorrente nei paesi sviluppati (l’appartamento), somiglia più a una gabbia che a una vera residenza, con tutto quel che ne consegue.

 

Le abitazioni, pertanto, dovrebbero essere realizzate a villette singole o a schiera, ma sempre totalmente indipendenti, su un terreno di almeno 300/500 mq ciascuna in modo che ogni famiglia possa fruire di un adeguato spazio abitativo con piccola area di terreno da utilizzare come sano e utile passatempo, coltivandovi fiori, ortaggi e frutti per casa, e possa anche tenervi qualche piccolo animale da compagnia.

 

Il presente progetto, ovviamente, dovrebbe essere concordato e definito da una commissione internazionale, composta da astronomi e studiosi della storia e dei costumi.

 

L’attuazione di uno dei calendari prospettati e dei relativi suggerimenti, oltre a semplificare, per molti aspetti, la programmazione del tempo, contribuirebbe certamente anche a migliorare profondamente la qualità della vita personale e sociale.

 

 

^  ^  ^  ^  ^  ^  ^  ^  ^  ^  ^  ^


 

I n d i c e

 

1-      titolo

2-      dedica – premessa

3-      calendario solare annuale perpetuo

6-      schema 1^ ipotesi

7-      schema 2^ ipotesi

8-      note varie

11- indice

12- note finali 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Note  finali

 

E’ vietato riprodurre il contenuto del presente libretto, in qualsiasi forma, a scopo di lucro o brevetto; se ne consente però la divulgazione a scopo culturale, anche in altre lingue, a condizione che la riproduzione o traduzione aderisca perfettamente all’originale e ne dichiari la fonte di provenienza.

 

Roma, 20.01.96 / 20.01.2001 - E. C.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Realizzato in proprio - Fioravanti Bruno Giuseppe -

 

AI SENSI DEL D.P.R. 445 DEL 28.12.2000 ART. 19/19BIS

DICHIARO CHE LA PRESENTE COPIA/FOTO E’ CONFORME

ALL’ORIGINALE IN MIO POSSESSO.

-“fonte-F3B3G0T2E1I2M9PACtg”-

 

 

Stampato il  22.01.2012 – su 12 pagine.